Clarinetto

 

Il clarinetto è uno strumento musicale a fiato ed è il più giovane rappresentante della famiglia dei legni. La sua caratteristica principale è la presenza dell’ancia, semplice battente, senza la quale lo strumento non funziona.

Il timbro del clarinetto è suadente e grintoso. Nella sua estensione si divide in diversi registri, ognuno con le proprie particolarità: il registro grave è caldo e pastoso; il registro medio, è brillante; il registro acuto è potente e squillante.

Proprio per la caratteristica del suo suono, squillante e penetrante, gli viene dato li nome di “clarinetto”, termine che deriva da “clarino”, uno strumento appartenente alla famiglia delle trombe.

Per la prima volta, infatti, nel 1732, il compositore tedesco Johann Gottfried Walther, parlando del clarinetto, disse: “sentito a distanza, esso suona piuttosto come una tromba “.

La sua grande versatilità lo rende insostituibile nell’orchestra classica e sinfonica e strumento di primaria importanza come solista nelle orchestre jazz, swing e BeBop, grazie anche ai musicisti che hanno regalato delle pagine indelebili nella storia del jazz come Benny Goodman, Artie Shaw e Tony Scott.

La famiglia dei clarinetti è molto ampia. I più utilizzati sono i seguenti:

  • il clarinetto in Mib
  • il clarinetto in Sib
  • il clarinetto in LA
  • il clarinetto in DO
  • il clarinetto in RE
  • il clarinetto alto e contralto
  • il clarinetto in La di bassetto
  • il clarinetto basso

Nel video qui di seguito puoi ascoltare un’esibizione di questo strumento

https://www.youtube.com/watch?v=x0u5xn6o-mM

Lezioni individuali (30 minuti/settimana) o a piccoli gruppi (40-60 minuti max 2-3 allievi). Ammissione con idoneità verificata dagli insegnanti.

Lo strumento viene offerto in uso gratuito per il primo anno di corso (limitatamente alle disponibilità)

E’ prevista la frequenza gratuita ai corsi di MUSICA d’INSIEME (dal 2° anno)

Insegnante: Lorenzo Da Lio